Recensione Basta un caffè per essere felici, Toshikazu Kawaguchi

La piccola caffetteria giapponese riapre le sue porte.

Nuove storie, stessa semplice regola: non lasciare che il caffè si raffreddi!


di The Secret Bookreader

Basta un caffè per essere felici, di T. Kawaguchi, Garzanti, € 16

Bentornati sul blog, cari lettori. Oggi vi parliamo del sequel di uno dei romanzi che abbiamo apprezzato di più lo scorso anno: Finché il caffè è caldo (se volete recuperare la recensione, premete qui) del celebre autore giapponese Toshikazu Kawaguchi. Basta un caffè per essere felici… il titolo di un libro o un memento da portare sempre con sé? Dire che la felicità risiede nelle piccole cose è forse un po’ ridondante ma per evadere dalla realtà e vivere un viaggio sognante alla ricerca di qualcosa… basta semplicemente un buon libro oppure una tazza ben calda di caffè. Torniamo in Giappone e ci immergiamo nuovamente in un’atmosfera che non è fatta di ciliegi in fiore o spiagge accarezzate dalle onde, ma di una piccola caffetteria, che si trova per di più in un seminterrato e ha pure l’aria di essere un po’ “datata”. Potrebbe sembrare un romanzo senza orizzonti, chiuso tra le quattro mura di una stanza, eppure le storie dei clienti di questo magico bar riescono a trascinare il lettore in un altrove fatto di spiriti e magia. Mettete da parte la vostra razionalità e lasciatevi trasportare dal gusto amaro di una fumante tazza di caffè bollente che però non dovrete mai far raffreddare. Per saperne di più su questo romanzo, continuate a leggere l’articolo!

TRAMA

L’aroma dolce del caffè aleggia nell’aria fin dalle prime ore del mattino. Quando lo si avverte, è impossibile non varcare la soglia della caffetteria da cui proviene. Un luogo, in un piccolo paese del Giappone, dove si può vivere un’esperienza indimenticabile. Basta entrare, lasciarsi servire e appoggiare le labbra alla tazzina per vivere di nuovo l’esatto istante in cui ci si è trovati a prendere una decisione sbagliata. Per farlo, è importante che ogni avventore stia attento a bere il caffè finché è caldo: una volta che ci si mette comodi, non si può più tornare indietro. È così per Gōtaro, che non è mai riuscito ad aprirsi con la ragazza che ha cresciuto come una figlia. Yukio, che per inseguire i suoi sogni non è stato vicino alla madre quando ne aveva più bisogno. Katsuki, che per paura di far soffrire la fidanzata le ha taciuto una dolorosa verità. O Kiyoshi, che non ha detto addio alla moglie come avrebbe voluto. Tutti loro hanno un conto in sospeso, ma si rendono presto conto che per ritrovare la felicità non serve cancellare il passato, bensì imparare a perdonare e a perdonarsi. Questo è l’unico modo per guardare al futuro senza rimpianti e dare spazio a un nuovo inizio. Toshikazu Kawaguchi è diventato un fenomeno internazionale con il suo romanzo d’esordio, Finché il caffè è caldo, che ha venduto oltre un milione di copie in Giappone e in Italia è tuttora in classifica dopo mesi dall’uscita. Ora torna con la sua caffetteria speciale e ci consegna una storia emozionante sulla meraviglia che si nasconde negli imprevisti della vita e nei regali del destino.

Cosa ne penso?

Il suo fratello maggiore, Finché il caffè è caldo, best-seller di fama mondiale, mi aveva conquistato. Un racconto delicato, commuovente e ricco di valori profondi lo aveva reso una lettura piacevole e scorrevole.
Il sequel non delude… continuano le storie, si alternano i personaggi, ma rimane comunque un fil-rouge: i gestori della caffetteria con le loro vite che sembrano quasi scorrere in eterno in un luogo misterioso avvolto da mille leggende, tramandando immutato il sottile alone di mistero che aleggia nel loro piccolo mondo. È una lettura che consiglio a tutte le età e in tutti i momenti della vita… c’è solo un pericolo: immedesimarsi nelle storie dei personaggi e rischiare di essere toccati in alcuni punti scoperti.
Nella delicatezza del racconto tuttavia troverete anche tanti spunti di riflessione e uno stimolo a godervi i momenti della vita giorno per giorno, perché indietro si può tornare bevendo una tazza di caffè fumante, ma il passato non cambia, il nostro presente non muta, e il nostro futuro rimane ancora tutto da scrivere.

Siamo giunti alla fine di questo articolo. Grazie per averlo letto! A presto con tantissime altre novità qui sul Blog e su Instagram.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: