Recensione di Amore, Hanne Ørstavik

Amore.

Una notte che vola via verso la tragedia, sulla scia di un interrogativo profondo: come posso essere certo che io sia in grado di amare?


di The Secret Bookreader

Amore, di H. Ørstavik, Ponte alle Grazie, euro 14.

Oggi vi parlo di Amore di Hanne Ørstavik, un romanzo breve che consiglio a chiunque sia alla ricerca di una lettura immediata, coinvolgente e ricca di suspence. In questo articolo vi racconterò in breve la trama (NO SPOILER) e alla fine vi dirò quali sono state le mie impressioni e le sensazioni che Amore è in grado di regalare a chi lo legge.
Vi anticipo che lo divorerete tutto d’un fiato. Vi ho incuriosito abbastanza? Allora continuate a leggere il post!

La trama

Il romanzo ha la durata di una sola notte. Sì, una e basta. E’ una notte che scorre verso un destino ultimo inesorabile, nel freddo tagliente dell’Europa del Nord. La notte in questione appartiene ai due protagonisti, Vibeke e Jon, madre e figlio, appena arrivati in un freddo paesino dell’estremo nord. E’ una notte piena di domande, di calore familiare, di desideri, ma allo stesso tempo di distanze e incomprensioni: i protagonisti sono vicini fra loro, ma anche irrimediabilmente lontani. Io definirei l’intera vicenda una prova d’amore, un test, una sfida immaginaria che pone al centro una sola domanda “Cosa saresti disposto a fare per me?”. E la notte vola via con un’aura di catastrofe imminente e tra paure, indecisioni, ma sopratutto indifferenza. Il tutto ancorato assieme da uno stile particolarissimo, a mio giudizio, mai visto prima d’ora: switch improvvisi ed estremamente repentini sono presenti quasi in ogni pagina, come a voler sancire un legame che già esiste, e sembra essere forte e consolidato, ma che in realtà è distaccato, come se i due protagonisti non si conoscessero per nulla.

Quello che temete non succederà, e quello che succederà, vi spezzerà il cuore.

oprah.com

Cosa ne penso?

Amore non è un libro come tanti altri. Mi è piaciuto, ma saperlo apprezzare è stata veramente un’impresa non da poco. Ho amato la maestria nel mantenere la suspence fino all’ultima pagina, una vera e propria escalation di avvenimenti legati da un filo conduttore quasi impercettibile che ti tiene incollato alle pagine. L’ambientazione è austera, le immagini invernali, il freddo è impetuoso, il paesaggio deserto, quasi lunare. Tutti elementi funzionali alla narrazione. Un consiglio per approcciarsi al romanzo è quello di vedere oltre la superficie, approfondire l’introspezione dei personaggi e cogliere il messaggio di fondo che non è assolutamente esplicito… lo troverete ben custodito tra le righe. Un romanzo dunque che consiglio a chi come me preferisce le ambientazioni fredde e quasi lugubri dell’Europa del nord, un romanzo per chi cerca una storia di impatto, caustica, che lascia sicuramente il segno. Fatevi questo regalo, citando le parole di Marco Missiroli vi dico che “Amore è un romanzo in grado di riflettere la vita nascosta. […] Dopo che avrete finito di leggerlo, il vostro modo di scrutare la vita sarà cambiato, come se vedessimo davvero dove non avevamo avuto il coraggio di guardare”.

Adesso sono curioso di sentire la vostra: avete letto Amore? Che ne pensate? E se non l’avete letto, trovate che sia una lettura potenzialmente interessante per voi? Fatemi sapere nei commenti! Un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: